fbpx
Editoria,  Letture

I migliori romanzi nella narrativa di genere

Qualcuno lo crede… che poi siano davvero i migliori, a voi, anzi a noi, giudicare.

Leggere buoni autori: questo è uno dei consigli che troviamo nei manuali di scrittura creativa. Banale, verrebbe da dire. Come si può imparare a scrivere da romanzi scritti male? Ma c’è anche chi consiglia di leggere libri mediocri che abbiano trovato un editore e un pubblico, non per imparare qualcosa, quanto per rafforzare l’autostima attraverso il paragone: “io scrivo meglio di così!”

Questo consiglio nel mio caso non ha messo radici: il tempo che dedico alla lettura è prezioso e limitato, perciò non intendo sacrificarlo alla mia autostima. Lo stesso non sono sempre così fortunata da imbattermi in letture formidabili, in particolare quando mi avventuro fuori dalla mia comfort zone. Qualche consiglio, in questi casi, fa davvero comodo.

In questa ottica stavo svolgendo qualche ricerca in rete per crearmi una lista di titoli di qualità nella narrativa di genere, e mi sono detta: forse il lavoro che sto facendo può essere utile anche a chi mi legge.

Una lista di buoni titoli, per quanto sia di valore relativo, può essere un buon punto di partenza quando si vogliono ampliare gli orizzonti di lettura, magari “assaggiando” qualche libro che si teme di non apprezzare. Sarebbe un peccato crearsi dei pregiudizi, o confermarli, solo per colpa di una lettura scelta a caso. Lonesome Dove, di Larry McMurtry (ne ho parlato QUI) l’ho scoperto proprio grazie ai consigli dei lettori.

Ho così tentato di raccogliere da diverse fonti i titoli dei “best of the best”: romanzi che hanno incontrato un grande successo di pubblico e vengono considerati dei must–read nel loro genere.

Romanzi di genere con sottogeneri
Immagine tratta dal sito Sci–Fi Bloggers

Sono partita da una classifica trovata su un manuale di scrittura creativa (di cui purtroppo non ricordo il titolo, dopo avere fotocopiato la pagina) e l’ho ampliata, attingendo da diversi siti italiani e inglesi/americani.

Ben presto mi sono trovata letteralmente persa tra i titoli. Che le opinioni non potessero avere valore assoluto mi era chiaro, ma mi ero aspettata almeno un certo terreno comune; invece di comune c’è ben poco. Comunque ho proseguito la mia ricerca, individuando i titoli in italiano dei libri che avevo trovato in inglese, l’anno di pubblicazione, il sottogenere…

È inutile girarci intorno: sono stata sopraffatta. Già la suddivisione in generi è tutt’altro che ovvia, tanto che ho deciso di assemblare mystery, thriller e gialli. Che dire del romance, invece? Autrici che scrivono con quattro o cinque pseudonimi, titoli italiani che sembrano fatti apposta per non lasciare indovinare il titolo originale…

Accantonata ogni idea di fare un buon lavoro, dopo un numero di ore (che preferisco non specificare) passate a rimbalzare da un sito all’altro, ho pensato di cestinare il tutto, ma poi ho lasciato parlare la parte più pragmatica di me: best o non best, si tratta comunque di consigli di lettura.

Ed eccola qui, la lista. Il suo valore è limitato, soprattutto rispetto a quello che avevo in mente, ma dopotutto avevo in mente un’impresa impossibile. Se però cercate un discreto titolo in un genere, è probabile che lo troviate qui. In ogni caso questi romanzi sono piaciuti.

Ho cercato i titoli in italiano ogni volta che mi è stato possibile, ma sicuramente alcuni mi sono sfuggiti. La data, quando è riportata, è quella della prima pubblicazione in lingua originale. È un inno all’approssimazione, questo post!

Spero che ci sia qualcosa di utile in questa lista.
Se così non è, preferisco non saperlo!

GIALLI/THRILLER/MYSTERY

The Sunken Sailor – Patricia Moyes, 1961
Il Roseto ardente – Ellis Peters, 1986
Un delitto avrà luogo – Agatha Christie, 1950
Assassinio sull’Orient Express – Agatha Christie, 1933
Rebecca, la prima moglie – Daphne du Maurier , 1938
Il falcone maltese – Dashiell Hammett, 1930
Dieci piccoli indiani – Agatha Christie, 1939
La spia che venne dal freddo – John Le Carré, 1963
L’amore bugiardo – Gillian Flynn, 2012
Il mastino dei Baskervilles – Arthur Conan Doyle, 1902
Il postino suona sempre due volte – James M. Cain, 1934
La donna in bianco – Wilkie Collins, 1859
La tredicesima storia – Diane Setterfield, 2006
Il socio – John Grisham, 1991
Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde – Robert Louis Stevenson, 1886
La cruna dell’ago – Ken Follett, 1979
Il grande sonno – Raymond Chandler, 1939
Il giorno dello sciacallo – Frederick Forsyth, 1971
La figlia del tempo – Josephine Tey, 1976
Presunto innocente – Scott Turow, 1987
La neve cade sui cedri – David Guterson, 1994
L’alienista – Caleb Carr, 1994
Il silenzio degli innocenti – Thomas Harris, 1988
A sangue freddo – Truman Capote, 1965
Il mastino dei Baskerville – Arthur Conan Doyle, 1901
Il segno dei quattro – Arthur Conan Doyle, 1890
L’innamorato della signora Maigret – Georges Simenon, 1937
Il porto delle nebbie – George Simenon, 1932
Il cane di terracotta – Andrea Camilleri, 1996
Assassino senza volto – Henning Mankell, 1991
Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon, 2003
La palude delle ossa – Elly Griffiths, 2011
The Death of Lucy Kyte – Nicola Upson, 2013
La ragazza del treno – Paula Hawkins, 2015
Bleeding Heart Square – Andrew Taylor, 2008
Origin – Dan Brown, 2017
Schegge – Sebastian Fitzek, 2009
Il ladro di anime – Sebastian Fitzek, 2008
Non ti addormentare – S.J. Watson, 2011
La cavalcata dei morti – Fred Vargas, 2011
Un luogo incerto – Fred Vargas, 2008
Uomini che odiano le donne – Stieg Larsson, 2005
Il caso Collini – Ferdinand von Schirach, 2011
Nel bosco – Tana French, 2007
Un caso archiviato – Arnaldur Indridason, 2007
Zona pericolosa – Lee Child, 1997
Someone to Watch Over Me – Yrsa Sigurdadottir, 2013
Los Angeles strettamente riservato – James Ellroy, 1990
L’uomo della pioggia – John Grisham, 1995
Morbide guance – Kirino Natsuo, 1999
Misery – Stephen King, 1987
Il talento di Mr. Ripley – Patricia Highsmith, 1955

ROMANCE

Via col vento – Margaret Mitchell
Jane Eyre – Charlotte Brontë
Cime tempestose – Emily Brontë
Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen
Whispers and Lies – Joy Fielding, 2002
The Witness – Sandra Brown, 1995
La straniera (Outlander) – Diana Gabaldon, 1991
Le pagine della nostra vita – Nicholas Sparks, 1996
Whitney, amore mio – Judith McNaught, 1985
A Knight in Shining Armor – Jude Deveraux, 1989
La principessa sposa – William Goldman, 1973
After Forever Ends – Melodie Ramone, 2012
Lord of Scoundrels – Loretta Chase, 1995
The Bride – Julie Garwood, 1989
Flowers from the Storm – Laura Kinsale, 1992
Nobody’s Baby But Mine – Susan Elizabeth Phillips, 1998
Peccati d’inverno – Lisa Kleypas, 2006
Un amore impossibile – J.R. Ward, 2006
The Duke and I – Julia Quinn, 2000
Il cavaliere d’inverno – Paullina Simons, 2000
Il fiore e la fiamma – Kathleen E. Woodiwiss, 1972
The Madness of Lord Ian Mackenzie – Jennifer Ashley
Indigo – Beverly Jenkins, 1996
Texas Destiny – Lorraine Heath, 1997
The Serpent Garden – Judith Merkle Riley, 1996
Uccelli di rovo – Colleen McCullough, 1977
I ponti di Madison County – Robert J. Waller, 1992
Tatiana & Alexander – Paullina Simons, 2003
Io prima di te – Jojo Moyes, 2012
Forse un giorno – Colleen Hoover
Il diavolo in primavera – Lisa Kleypas
Ti odio, anzi no, ti amo! – Sally Thorne
Il giorno che aspettiamo – Jill Santopolo
Sarà per sempre – Judith McNaught
Scritto nel vento – Beatriz Williams
Irraggiungibile – Abbi Glines
E se fosse lui quello giusto? – Susan Elizabeth Phillips
Noi – David Nicholls
La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger

WESTERN

Hondo – Louis L’Amour
Riders of the Purple Sage – Zane Grey
Lonesome Dove – Larry McMurtry
The Big Sky – A.B. Guthrie Jr.
The Sisters Brothers – Patrick deWitt
The Ox–Bow Incident – Walter Van Tilburg Clark
The Shootist – Glendon Swarthout
Deadwood – Pete Dexter
The Brave Cowboy – Edward Abbey
Bad Dirt – Annie Proulx
Desperados – Ron Hansen
Horseman, Pass By – Larry McMurtry
The Assassination of Jesse James by the Coward Robert Ford – Ron Hansen
The Hell Bent Kid – Charles O. Locke
Blood Meridian – Cormac McCarthy

HORROR

Le notti di Salem – Stephen King
Shining – Stephen King
It – Stephen King
The Haunting of Hill House – Shirley Jackson
Rosemary’s Baby – Ira Levin
The Amityville Horror – Jay Anson
Something Wicked This Way Comes – Ray Bradbury
Hell House – Richard Matheson
The Exorcist – William Peter Blatty
Ghost Story – Peter Straub
House of Leaves – Mark Z. Danielewski
Heart-Shaped Box – Joe Hill
World War Z: An Oral History of the Zombie War – Max Brooks
Watchers – Dean Koontz
Coraline – Neil Gaiman
The Island of Dr. Moreau – H. G. Wells
The Omen – David Seltzer
Il fantasma dell’Opera – Gaston Leroux
Io sono leggenda – Richard Matheson
American Psycho – Bret Easton Ellis
Ghost Story –Peter Straub
Intervista con il vampiro – Anne Rice

STORICI

Tutta la luce che non vediamo – Anthony Doerr
Il colore viola – Alice Walker
Shōgun – James Clavell
Sarah’s Key – Tatiana de Rosnay
Wolf Hall – Hilary Mantel
Il divo Claudio – Robert Graves
The Other Boleyn Girl – Philippa Gregory
La ragazza con l’orecchino di perla – Tracy Chevalier
La bambina che salvava i libri – Markus Zusak
The Historian – Elizabeth Kostova
Snow Flower and the Secret Fan – Lisa See
The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society – Mary Ann Shaffer
Radici – Alex Haley
Il crogiuolo – Arthur Miller
Espiazione – Ian McEwan
I pilastri della terra – Ken Follett
Ritorno a Cold Mountain – Charles Frazier
City of Women – David R. Gillham
Memorie di una geisha – Arthur Golden
L’aiuto – Kathryn Stockett
Il paziente inglese – Michael Ondaatje
La baia – James A. Michener
Il re e il suo giullare – Margaret George
Il tormento e l’estasi – Irving Stone
La straniera (Outlander) – Diana Gabaldon, 1991

FANTASCIENZA

Le guide del tramonto  – Arthur C. Clarke
Cronache marziane – Ray Bradbury
Trilogia della Fondazione – Isaac Asimov
Fahrenheit 451 – Ray Bradbury
La saga di Hyperion – Dan Simmons
Guida galattica per gli autostoppisti – Douglas Adams
Il ciclo di Ender – Orson Scott Card
Dune – Frank Herbert
Ubik – Philip K. Dick
Fanteria dello spazio – Robert Heinlein
Mattatoio n. 5 – Kurt Vonnegut
Neuromante – William Gibson
1984 – George Orwell
Straniero in terra straniera – Robert A. Heinlein
Un cantico per Leibowitz, Walter M. Miller Jr.
La macchina del tempo – H. G. Wells
La guerra dei mondi – H.G. Wells
Il condominio – J.G. Ballard
La svastica sul sole – Philip K. Dick
La strada – Cormac McCarthty

FANTASY

Il Signore degli anelli – J.R.R. Tolkien
Il settimo figlio (Ciclo di Alvin Maker) – Orson Scott Card
La prima legge (Saga della Prima legge) – Joe Abercrombie
La saga di Terramare – Ursula K. Le Guin
La saga di Mistborn – Brandon Sanderson
Le nebbie di Avalon – Marion Zimmer Bradley
American Gods – Neil Gaiman
Le cronache di Narnia – C.S. Lewis
Il trono di spade (Le cronache del ghiaccio e del fuoco) – George R. R. Martin
Il nome del vento (Le cronache dell’assassino del re) – Patrick Rothfuss
La saga di Geralt di Rivia – Andrzej Sapkowski
La via dei re (Le Cronache della Folgoluce) – Brandon Sanderson
Saga della Torre Nera – Stephen King
Saga di Harry Potter – J. K. Rowling

Di narrativa di genere ha spesso parlato Daniele Imperi nel suo blog Penna Blu.

La narrativa di genere che vende di più
Come scrivere narrativa di genere
4 validi motivi per scrivere narrativa di genere

Così anche Maria Teresa Steri sul blog Anima di Carta.
Come trovare il proprio genere letterario?
Viaggio alla scoperta dei generi letterari #1
Viaggio alla scoperta dei generi letterari#2

20 commenti

  • Monica

    Ma quanto è bello il blog, così? Mi piace tantissimo!
    Io non leggo libri brutti, lo ammetto. La lettura deve essere un piacere, e con il poco tempo che ho a disposizione non riesco a perdermi dietro cose che non funzionano. Bada bene, che non funzionano per me, non in generale. Mi sforzo di farlo solo quando c’è una motivazione dietro (me ne hanno parlato bene, dalla metà in poi fa il salto, conosco l’autore…), ma spesso li lascio a metà, e se va bene li riprendo in un secondo momento.

    • Grazia

      Sono contenta che la veste invernale del blog ti piaccia. Tra un po’ cambierà, perché la primavera si avvicina…
      Credo che siano in pochi ad avere lo spirito di sacrificio giusto per leggere un libro… sapendo che sarà un sacrificio.

  • Sandra

    Sono sincera, non ho letto tutti gli elenchi ma mi sono soffermata sul rosa.
    Oddio, NOI di Nicholls rosa non è proprio per niente, ma no!
    Anche se è un romanzo che ho molto apprezzato.
    Vedere Io prima di te, accanto a capolavori assoluti come Via col vento e Jane Austen mi fa un po’ orrore ma si sa che i gusti ecc ecc.
    Che lavoraccio ti sei smazzata, Grazia.

    • Grazia

      Ah ah, sono matta! Anch’io ho adocchiato certi accostamenti di titoli con il sopracciglio alzato, ma in un certo senso era normale nella situazione. Dei libri che ho elencano ne avrò letti forse una trentina, quindi immagino quanti svarioni si possano essere infiltrati nel calderone. Le stelle Amazon, però, mi sono sembrate d’accordo sulle valutazioni; quando non lo erano, ho cassato il titolo.

  • Giulia Mancini

    Liste molto interessanti, può essere utile per scoprire dei libri che si vorrebbe leggere. Tra i thriller ho letto Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte di Marketing Haddon, libro carino, ma dello stesso autore mi è piaciuto di più un altro libro intitolato Una cosa da nulla, non era un thriller però. Poi ho letto La ragazza del treno. Ci sono anche molti libri di cui ho visto il film. Per le letture però quasi sempre mi lascio guidare dall’istinto, a volte leggo una trama, mi piace e compro, soprattutto da quando ci sono gli eBook. Anch’io penso che il tempo è prezioso ed è necessario fare letture che ci piacciano.

  • Daniele Imperi

    Quindi le liste non sono tue. Alla fine si tratta di giudizi soggettivi e infatti non mi trovano d’accordo molte di quelle posizioni.
    Per quanto riguarda i titoli in italiano, bisogna considerare che se un titolo funzione in inglese, la traduzione letterale potrebbe non funzionare nella nostra lingua.

    • Grazia

      Non sono liste compilate da me, infatti, o certi generi sarebbero molto più scarni. Ho combinato alcune classifiche altrui e le ho integrate con qualcosa di mio, cercando come dicevo il terreno comune, che però è limitato.
      Lo stravolgimento del titolo a volte è necessario e migliorativo, altre volte sembra solo una distorsione in nome di qualche criterio editoriale più opinabile. La seconda famiglia secondo me è più numerosa della prima.

  • Marina Guarneri

    A parte il romance (quello classico letto tutto) non frequento gli altri generi letterari, però con mio grande stupore ne ho letti diversi di fantascienza e, chi l’avrebbe mai detto, ho all’attivo due saghe fantasy: Harry Potter e il Trono di Spade. No no… non mi riconosco! 😂

  • Tenar

    Fosse per me, cancellerei le classificazioni per genere, so che non si può e non si fa, ma lo farei. Da lettrice di genere, però, e che quindi ha bazzicato parecchi dei titoli citati, direi che la categoria più nebulosa è la fantascienza. Tra i titoli che hai segnalato e che giustamente vanno sotto la voce “fantascienza” ce ne sono alcuni che davvero non hanno nulla a che fare con l’immaginario fantascientifico di chi non frequenta questo genere. Mattatorio n°5 è uno dei più lucidi romanzi sulla seconda guerra mondiale. I canti di Hyperion è una follia metaletteraria dall’impianto medioevaleggiante. La guida galattica per autostoppisti è un’avventura tragicomica… Insomma, mi rengo conto che è tutto sommato sensato dire mi piace/non mi piace il fantasy/l’horror/il giallo, ma è assolutamente impossibile incasellare la fantascienza.

    • Grazia

      Certo eliminare le classificazioni rispetterebbe maggiormente le opere, che come dici tu spesso stanno a cavallo tra due-tre generi diversi. Mi rendo conto però che diventerebbe più complicato per i lettori scegliere, per noi autori proporci e per i librai sistemare gli scaffali. Qualcosa va comunque perso con queste forzature.

  • Maria Teresa Steri

    Mamma mia, che lavorone hai fatto! Una bella lista da cui attingere. Molti romanzi tra quelli del mio genere preferito (thriller) li ho letti, altri mi ripropongo di leggerli da una vita, altri ancora invece ho provato varie volte proprio perché so che sono famosi ma non sono mai riuscita a proseguire oltre le prime pagine. Il talento di Mr. Ripley per esempio l’ho trovato ostico all’inizio e non sono mai andata avanti. Penso comunque che alla fine ci sia molto di soggettivo quando si compilano liste di questo tipo, nel senso che è difficile mettere d’accordo davvero tutti.
    Ti ringrazio molto della citazione ai miei post

    • Grazia

      De nada! Certo, è super-soggettivo. Mi sono sentita libera di combinare le classifiche di diverse persone per creare un serbatoio capiente. Mettendo insieme tanti titoli il livello qualitativo oscilla, ma almeno si parla dei gusti di diverse persone, non dei miei soltanto.

      • Barbara

        I miei complimenti, davvero! Per la pazienza soprattutto!
        Molto politically correct poi mettere Outlander sia tra i romance che gli storici.
        Su quelli che ho letto, per lo più thriller in realta, concordo. Sui romance non saprei… non avrei messo “Io prima di te” tra i rosa, non tanto per lo stile (non ho ancora letto il libro) quanto per il finale. Per me un romance deve finire bene, eh!
        Per quanto soggettiva, è una bella lista, credo verrò a sbirciare ogni tanto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *