Maestri

La scrittura vista da Anton Cechov

Anton Cechov

Secondo la mia esperienza, una volta scritta la storia l’autore deve eliminare l’inizio e la fine. È lì che noi autori mentiamo di più.

Anton Pavlovič Čechov (1860 – 1904) è stato uno scrittore, drammaturgo e medico russo.

13 commenti

    • Grazia

      Non sono riuscita a individuare la fonte originale. E' una frase riportata su diversi siti in lingua inglese, ma non su quelli in lingua italiana, vedo. Forse Cechov intende dire che l'inizio e la fine sono le parti della storia in cui operiamo maggiori forzature. Quasi quasi sollecito opinioni, già nel post.

  • Tenar

    Secondo me è un invito a venire al dunque, mentre spesso gli autori si dilungano in retroscena, passati, spiegoni di ciò che avverrà poi e nel tutto si diluisce la forza del cuore della storia. Almeno, io ho sempre interpretato così la frase e, in questo senso, mi ha trovato d'accordo.

    • Grazia

      Mi sembra una buona interpretazione: evitare lungaggini all'inizio, ma anche alla fine, quando ormai la storia ha detto la sua – o dovrebbe avere detto la sua.

  • Cristina M. Cavaliere

    La citazione mi aveva confuso le idee, in quanto sento sempre parlare dell'importanza dell'incipit e del finale. Comunque fa riflettere… e ben venga qualsiasi cosa che dica qualcosa di diverso dal solito.

    • Grazia

      Vorrei postare anche citazioni che non condivido o non capisco, proprio per evitare di tornare sempre sugli stessi concetti, che per fortuna non sono due ma cento. ;).

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.