Scrittura

L’importanza della posizione

Dagli studi effettuati sull’efficacia dei meccanismi narrativi emerge un dato curioso: l’attenzione del lettore si punta sulle informazioni che gli forniamo in base a una precisa gerarchia, basata sulla posizione delle informazioni all’interno della frase, così come sulla posizione della frase nel paragrafo e quella del paragrafo nel capitolo.

Il podio, in ordine descrescente di importanza, è questo:

1° posto – posizione finale (nella frase o  nel paragrafo/capitolo)

2° posto – posizione iniziale

3° posto – posizione intermedia

Conoscere il funzionamento della mente del lettore ci offre un utile criterio nel presentare gli elementi della nostra storia. Sapendo che sui dati “intermedi” il lettore tenderà più facilmente a sorvolare, eviteremo di inserire proprio in quel punto le informazioni più cruciali e di maggior impatto per la storia. Potremo usare lo stesso criterio anche per correggere le frasi che non ci convincono il fase di revisione. Spesso basta cambiare posizione agli elementi per aggiustare il tutto.

(Nel cuore della storia, Grazia Gironella, 2019)

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.