Maestri

La scrittura vista da Louis L’Amour

Se vuoi essere uno scrittore, l’essenziale è che tu scriva. Non aspettare l’idea. Inizia a scrivere qualcosa e le idee arriveranno. Devi aprire il rubinetto perché l’acqua possa scorrere.

scrivere secondo Louis L'Amour
Louis L’Amour

Louis L’Amour, pseudonimo di Louis Dearborn LaMoore (1908 – 1988), è stato uno scrittore statunitense di grande successo popolare, prolifico autore di oltre 100 romanzi ambientati nel mondo western.

15 commenti

  • Francesca

    E' un concetto che si trova di frequente nei consigli di scrittura, ma non riesco mai a capire cosa s'intenda per scrivere, in tale contesto. Se il significato è redigere una vera e propria stesura, ad esempio di un racconto, di un brano, di un capitolo, non sono d'accordo. Lo so che affermando questo mi pongo in contro tendenza, ma ritengo che scrivere come se si facesse un compitino, senza avere le idee chiare e senza averne magari la minima voglia, magari quasi schifati da quello che stiamo scrivendo, mortifichi la creatività e possa persino allontanare definitivamente dalla scrittura, soprattutto se capita spesso.
    Se invece s'intende lavorare a qualcosa, buttare giù schede, annotare idee, raccogliere materiali…eccetera, allora sono d'accordo sul fatto che non ci si debba mai fermare.

    • Grazia

      Non credo che lui consigli di scrivere a caso; sarebbe un po' assurdo. Se però voglio scrivere un romanzo e non ho la grande idea, piuttosto che restare ad aspettare posso scrivere un raccontino, un brano di diario, un post per il blog, oppure raccogliere materiale e preparare il lavoro, come dici tu. Secondo me il concetto è che nell'inattività non si cresce. Sembra ovvio, ma quanto tempo si passa a pensare di scrivere, senza farlo? A me succede, e mi sento anche molto, molto attiva nel frattempo…

  • Cristina M. Cavaliere

    Oh, Louis L'Amour mi ha battuto per quanto riguarda lo pseudonimo,,, molto poco western però. Sarebbe stato meglio si fosse chiamato: Jack Arizona o qualcosa del genere. Forse il senso del suo messaggio è darsi comunque da fare, anche in modi collaterali alla scrittura vera e propria, come dici tu.

    Il secondo oh! è dedicato allo sfondo… quando lo hai cambiato? Magari lo hai cambiato l'anno scorso, ma lo noto ora per la prima volta.

  • Giulia A.

    Bellissima! Amo Louis L'Amour… quando avevo quindici anni fui bloccata a letto per quasi venti giorni, fu molto dura… o meglio lo sarebbe stata se mio papà non avesse rispolverato la sua collana western per me! Quei giorni ho voluto tanto bene a entrambi

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *